Venaria Real Festival 2007 | Eventi | La Venaria Reale

Venaria Real Festival 2007

Dal 19 al 24 luglio

Giardini della Reggia di Venaria Reale. Ingresso da viale Carlo Emanuele II - Venaria Reale

Giovedì 19 luglio, ore 21.30

Ludovico Einaudi
in Divenire
con sestetto d'archi
di Marco Decimo e Robert Lippok

Ludovico Einaudi, pianoforte
Robert Lippok, live electronics
Sestetto d'archi:
Marco Decimo, violoncello
Laura Riccardi, violino
Monica Tasinato, violino
Antonio Leofreddi, viola
Svetlana Fomina, viola
Franco Feruglio, contrabbasso

Ludovico Einaudi, dopo il successo di Una Mattina, torna con la sua ultima fatica discografica Divenire.
Eterno movimento, continua trasformazione e crescita, sono queste le parole chiave che il musicista-compositore fa ruotare attorno alla vicenda umana; i brani del suo album sono come tappe fondamentali di un viaggio in cui l'umano si fonde con la titanica forza del destino nell'elemento fisico del suono. Einaudi si è conquistato fama e rispetto internazionale mostrando sempre grande curiosità nei riguardi dell'altro e un'apertura al cambiamento. Divenire ne è un'ulteriore conferma. In quest'opera accanto al pianoforte emergono nuove soluzioni, come la potenza ascensionale degli archi del Sestetto d'Archi di Marco Decimo e il rapporto tra melodia classica con il loop e i suoni affettati del manipolatore elettronico Robert Lippok.
www.venariarealfestival.it
In collaborazione con: Asm e Hiroshima Mon Amour

Venerdì 20 luglio, ore 21.30

Eliades Ochoa
y Grupo Patria
& Manu Dibango

Cubafrica

Eliades Ochoa, voce e chitarra
Manuel Felix Sanchez Martinez, tromba
Osnel Odit Bavastro, chitarra
Alex Emilio Gonzalez Cespedes, tromba
Humberto Raul Garcia Gonzalez, pianoforte
Jorge Maturell Romero, congas
Jose Angel Martinez Nieves, basso
Eglis Ochoa Hidalgo, maracas
Manu Dibango, sassofoni

Eliades Ochoa è uno dei noti protagonisti del celebre "Buena Vista Social Club". Conosciuto e consacrato tra i grandi interpreti della musica popolare cubana, vincitore di due Grammy Awards, si presenta ai Giardini della Reggia di Venaria con un progetto speciale, unico concerto in Italia, accompagnato da suo storico "Grupo Patria", e da Manu Dibango in qualità di artista ospite. Insieme hanno firmato nel 1995 un disco culto della world music - "Cubafrica" - un viaggio intorno alle radici "nere" di Cuba. Nel ricchissimo repertorio di questo concerto i grandi classici del son cubano convivono con i boleros, le guarachas e le guajiras. Il limpido suono della chitarratres di Eliades con il sax multicolore e inconfondibile di Manu Dibango. L'incontro musicale fra questi giganti darà certamente vita ad una serata magica, ricca di colori e suggestioni. Melodie creole e jazz africano.
www.eyefortalent.com/index.cfm/fuseaction/artist.detail/artist_id/58
www.manudibango.net
www.venariarealfestival.it
In collaborazione con: Asm e Musica 90

Lunedì 23 luglio, ore 21.30

Giovanni Allevi
in Joy tour

Famoso come una rockstar, il compositore e pianista Giovanni Allevi propone in concerto i brani del suo ultimo album "Joy" e del precedente "No Concept". Per entrambi gli album Allevi ha ricevuto il "Silver Award". Le dodici composizioni inedite di "Joy" sono state registrate nell'agosto del 2006 a conclusione di una lunga ed intensa tournèe in giro per il mondo tra Italia, Usa, Nord Europa, Cina e Hong Kong, riscuotendo una straordinaria partecipazione di pubblico. Diplomato in Pianoforte e in Composizione e laureato con lode in Filosofia con la tesi "Il vuoto nella Fisica contemporanea", Giovanni Allevi apre la tradizione classica verso la sonorità dei nostri giorni, usando un linguaggio emozionale e romantico, che riesce a unire intensità melodica di stampo italiano e sonorità jazz del minimalismo americano.
www.venariarealfestival.it
www.hiroshimamonamour.org
[email protected]
In collaborazione con: Asm e Hiroshima Mon Amour

Martedì 24 luglio, ore 21.30

The Blind Boys
of Alabama

Jimmy Carter, voce
Bishop Billy Bowers, cori
Ben Moore, voce
Eric McKinnie, batteria
Caleb Butler, chitarra
Joey Williams, chitarra
Tracy Pierce, basso

The Blind Boys of Alabama, leggendaria formazione attiva da oltre sessant'anni. Si sono formati nel 1939 al Talladega Institute for the Blind, in Alabama, e da allora esplorano il mondo poetico e appassionante del blues e del gospel, di cui sono fra i più autorevoli, acclamati e significativi interpreti storici. Nessun altro complesso vocale è oggi in grado di proporre con tale trascinante autorevolezza, con tale poetico lirismo, con tale dolorosa e coinvolgente partecipazione un linguaggio musicale che, pur nascendo dalla sofferenza fisica e spirituale, è in grado di trasmettere un sincero ed esplicito messaggio di accorata speranza. Vincitori di quattro Grammy Awards, presenteranno a Venaria, in esclusiva nazionale, un repertorio che fonde gli elementi della musica popolare afro-americana del passato con suoni più moderni. Uno spettacolo trascinante, arricchito dalla loro personale interpretazione capace di rinvigorire e rendere attuale il soul-gospel più classico.
www.blindboys.com
www.venariarealfestival.it
In collaborazione con: Asm e Musica 90

Dove
Giardini della Reggia di Venaria Reale, Ingresso da viale Carlo Emanuele II - Venaria Reale
Quando
Giovedì, 19 Luglio 2007
Venerdì, 20 Luglio 2007
Lunedì, 23 Luglio 2007
Martedì, 24 Luglio 2007
Come

Biglietto acquistabile all'ingresso e nelle prevendite abituali
Numero Verde 800 329 329
InfoPiemonte, piazza Castello 165 – Torino
Biglietteria Giardini della Reggia, viale Carlo Emanuele II - Venaria Reale - tel. 011 4598507

euro 18 (I settore con Platea Numerata)
euro 15 (II settore con tribuna Numerata)
euro 50 (Abbonamento 4 spettacoli I/II settore)
Biglietti ridotti per under 14 e over 65 anni:
euro 15 (I settore con Platea Numerata)
euro 12 (II settore con tribuna Numerata)

Ulteriori informazioni e prenotazioni:
Teatro della Concordia - Venaria Reale
tel.+39 0114241124 fax +39 0114240089
www.venariarealfestival.it - [email protected]

Associazione Culturale Hiroshima Mon Amour
Via Bossoli 83 - Torino
tel +39 011 3175427 - fax +39 011 3174997
www.hiroshimamonamour.org
[email protected]

Condividi

Invia ad un amico
  • Facebook
  • Twitter