Corso per giardiniere d'arte

I Giardini della Reggia di Venaria

Giardiniere d'arte per giardini e parchi storici 

Il Consorzio di Valorizzazione Culturale La Venaria Reale sta perseguendo l’obiettivo di investire non solo sulla valorizzazione dei Giardini, ma anche sulla formazione relativa alla cura e manutenzione degli stessi attraverso lo svolgimento del Corso di formazione professionale per Giardiniere d’arte per giardini e parchi storici per l'anno 2016-2017.

Ideazione, obiettivi e svolgimento del corso

L’ideazione del Corso di formazione professionale per Giardiniere d’arte per giardini e parchi storici risale al 2010, quando la Direzione Regionale del Mibact Piemonte e l’Assessorato alla Formazione e al Lavoro della Regione Piemonte hanno istituito la figura professionale del Giardiniere d’arte riferito alla cura del verde dei giardini e parchi storici: un professionista che opera nel settore della sistemazione di parchi, giardini e aiuole, in grado di realizzare gli interventi volti alla conservazione, al rinnovamento, al rifacimento di elementi, spazi, architetture vegetali del giardino, padroneggiando le tecniche, i materiali e le modalità di messa a dimora, cura, prevenzione e rigenerazione degli elementi vegetali di cui sono composti.

Nel 2012 si è organizzato il primo corso di formazione al Castello di Racconigi, mentre è del 2015 la stipula di un apposito Protocollo d’intesa (approvato con determina regionale n. 1051 del 22 dicembre 2015) tra l’ Assessorato alla Coesione Sociale della Regione Piemonte, l’ Assessorato alla Cultura e Turismo della Regione Piemonte, la Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio per il Comune e la Provincia di Torino, il Consorzio La Venaria Reale, la Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e l’Associazione Giardini Parchi d’Italia, che ha consentito la realizzazione del corso per l’anno 2016 e il 2017 alla Venaria Reale.

Il corso di formazione “Giardiniere d’arte per giardini e parchi storici”, gratuito grazie al cofinanziamento di fondi FSE 2014-2020, coinvolge 18 studenti selezionati tra i non occupati con Diploma specifico nel settore, o comunque con comprovata esperienza nell’ambito, e in seguito alla partecipazione ad un seminario orientativo e a test e colloqui conoscitivi e prevede una durata complessiva di 800 ore, di cui 320 di stage formativo/pratico presso strutture pubbliche e private. La componente laboratoriale e pratica è svolta presso i Giardini della Reggia di Venaria e per alcuni allievi la Reggia è anche sede dell’esperienza di stage.

Al termine del corso i partecipanti sostengono un esame finale, composto da prove scritte, orali e pratiche. Gli esami finali rilasciano l’Attestato di Qualifica di Specializzazione, secondo quanto previsto dalla Legge Regionale n. 63 del 13 aprile 1995. Sulla base dell’esito delle prove finali viene inoltre formata una graduatoria dei candidati, che hanno conseguito la qualifica professionale di specializzazione.

L’Ufficio Conservazione Giardini del Consorzio ha collaborato attivamente con l’ente formativo C.I.O.F.S. – F.P. PIEMONTE (che si è aggiudicato la gara per il corso) sia per la parte di programmazione e definizione degli aspetti didattici (la scelta del corpo docente è stata concordata dai responsabili di Venaria con l’arch. Paolo Pejrone), sia per il supporto operativo agli studenti, grazie alla collaborazione diretta dei giardinieri della Reggia.

Per il 2017 sono stati previsti, due periodi di stage: il primo, nel mese di aprile, ha coinvolto 15 aziende del territorio, mentre il secondo, a maggio, ha visto la partecipazione al progetto di sei istituzioni culturali internazionali: il Castello di Chambord, la Reggia di Caserta, Villa Medicea di Castello a Firenze, il Castello di Racconigi e il Giardino Botanico di Oropa, oltre ovviamente alla Reggia di Venaria.

Nel mese di giugno è stato inoltre programmato un viaggio studio per tutti gli studenti per il Giardino del Castello di Het-Loo in Olanda: un’occasione di scambio/confronto con specialisti e colleghi, in grado di fornire agli studenti un quadro conoscitivo storico e tecnico sulle esperienze di restauro, manutenzione e gestione del giardino storico con l'obiettivo di confrontare tecniche e strumenti italiani con quelli europei.

Infine, per promuovere una riflessione sul tema della gestione e conservazione dei parchi e giardini storici, la Venaria Reale organizzerà un convegno di approfondimento, aperto al grande pubblico e ai professionisti: un’occasione per confrontarsi su diversi modelli didattici relativi alla formazione del giardiniere d’arte, sul percorso professionale che tale figura deve affrontare per imporsi in ambito nazionale ed internazionale, su quali suggerimenti normativi devono essere proposti per restituire dignità storica e culturale al nostro patrimonio botanico.

Il Convegno, grazie alla partecipazione di “famosi” giardinieri e architetti, individuati dal Comitato scientifico presieduto dall’arch. Paolo Pejrone, vuole quindi essere un’opportunità di confronto relativo alle esperienze gestionali più significative in ambito internazionale, con l'obiettivo di sottolineare la necessità di una visione di medio-lungo termine capace, anche attraverso la formazione e l’utilizzo di figure professionali specializzate, di indirizzare le future scelte per salvaguardare il nostro patrimonio paesaggistico.

Iscrizioni e modalità di partecipazione

La Venaria Reale e C.I.O.F.S. – F.P. PIEMONTE presentano un corso formativo per giardiniere d'arte per giardini e parchi storici.

Finalità

Il giardiniere d'arte per giardini e parchi storici è un professionista che opera nel settore della sistemazione di parchi, giardini e aiuole. È in grado di realizzare gli interventi volti alla conservazione, al rinnovamento, al rifacimento di elementi, spazi, architetture vegetali del giardino, padroneggiando le tecniche, i materiali e le modalità di messa a dimora, cura, prevenzione e rigenerazione degli elementi vegetali di cui sono composti.

Contenuti

Storia e architettura dei giardini e dei parchi, Tecniche di cura e manutenzione della componente vegetale, Diagnosi e trattamento del terreno, Tecniche di manutenzione del vivaio, Elementi di gestione degli interventi, Macchinari e attrezzature, Accoglienza, Progetto Personale, Preparazione e rielaborazione stage, Pari opportunità, Sicurezza sul lavoro, Elementi di sostenibilità ambientale, Utilizzo computer ed internet in ambito lavorativo.

Requisiti

Giovani (= > di 18 anni) e adulti (= > di 29 anni) non occupati.
Titolo di studio richiesto: Diploma specifico nel settore o altro Diploma/Qualifica con comprovata esperienza nel settore; indistintamente donne e uomini.

Durata del corso e termine di iscrizioni

Dal mese di ottobre 2016 al mese di giugno 2017.
800 ore di corso suddivise in:
480 ore di lezione
320 ore di Stage Formativo

Certificazione (attestato di qualifica)

Il corso è gratuito, a carico dell’allievo/a la spesa per 2 marche da bollo da € 16.00 cad (art. 7-bis, comma 3, della Legge n° 71 del 24/06/2013).
Con il superamento di un esame finale, verrà rilasciato un Attestato di Qualifica secondo quanto previsto dal D.lgs. n.13/16 gennaio 2013, dal Decreto interministeriale 30/06/2016 e dalla Legge Regionale n. 63 del 13.04.95.

Per poter accedere al corso è prevista la partecipazione ad un seminario orientativo ed un colloquio motivazionale con screening del curriculum e verifica dei requisiti d’accesso.
Il giorno del seminario se le presenze superassero le 18 unità si somministrerà anche un questionario logico-matematico.

Informazioni e preiscrizioni

La preiscrizione si può effettuare anche on-line sul sito http://www.ciofs.net/Minisiti/TO-Auxilium/I-nostri-corsi e/o presso la segreteria del C.I.O.F.S. – F.P. PIEMONTE; 
orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 13 e dalle ore 13.30 alle 15.30.
Le preiscrizioni si chiuderanno il 7 ottobre 2016 (se dovessero pervenire richieste dopo tale data, verranno considerate solo nel caso in cui non si sia raggiunto il numero di allievi/e massimo previsto).

C.I.O.F.S. – F.P. PIEMONTE “C.F.P. AUXILIUM”
Piazza M. Ausiliatrice, 27 – 10152 Torino
Tel. +39 011 4365132 
Fax +39 011 4310967
email: gciofs@ciofs.net - www.ciofs.net
mezzi di trasporto: 3 - 10 – 52 – 46 – 49 – 60 - 16