La Reggia green: il risparmio energetico | La Venaria Reale

La Reggia green: il risparmio energetico

Continua il trend positivo per i consumi energetici della Reggia di Venaria. In quanto realtà che comporta consumi annui superiori a 1.000 tonnellate equivalenti di petrolio, ha in organico l’Energy manager promotore di attività rivolte ad azioni di ottimizzazione energetica e di rispetto per l'ambiente: ad esempio per l’anno 2018 è stata confermata la riduzione dei consumi, conseguita soprattutto grazie all’investimento sostenuto nel biennio 2015-2017 dell’ammontare complessivo di quasi 2 milioni di euro, finalizzato ad interventi di riqualificazione strutturale e tecnologica e mirati all’efficienza energetica. Tali interventi hanno consentito così di implementare uno specifico programma pluriennale dedicato al settore energetico-ambientale che ha contribuito anche ad accrescere sensibilità ed attenzione verso queste tematiche. 

Analizzando i consumi energetici relativi agli anni 2017 - 2016, è possibile rilevare che l’utilizzo del cogeneratore ha prodotto una diminuzione del 32% di energia elettrica prelevata dalla rete, con un beneficio ambientale equivalente a circa 1.903 tonnellate di CO2 risparmiate.

Ancor più positivo il confronto 2018 - 2017, dal quale si rileva una ulteriore diminuzione del 22,76% di energia elettrica acquistata dalla rete, con una riduzione di circa 2.503 tonnellate di CO2, con un incremento di 600 tonnellate di CO2 risparmiate rispetto all’anno precedente che ha portato il risparmio complessivo degli ultimi anni ad oltre il 40% rispetto ai valori del 2016.

Anche nel 2018, nonostante l’aumento del consumo di gas dovuto al funzionamento del cogeneratore e alle sfavorevoli condizioni climatiche, il bilancio energetico/ambientale complessivo risulta notevolmente migliorato rispetto al biennio precedente.

Considerando che il 2018 è stato per la Reggia il secondo anno di utilizzo a pieno regime del nuovo impianto di cogenerazione, e tenuto conto che tale impianto non viene utilizzato durante la stagione estiva (in quanto viene meno l’esigenza di energia termica per la climatizzazione interna del complesso monumentale), i benefici energetici e ambientali sono assolutamente soddisfacenti ed in linea con gli obiettivi iniziali.

I risultati ottenuti collocano la Venaria Reale tra i primi posti nella classifica italiana dei beni culturali per attenzione verso le problematiche ambientali, e sicuramente tra i più efficienti sotto l’aspetto energetico, attestando una riduzione delle emissioni di gas serra tale da soddisfare i parametri internazionali definiti nella conferenza COP21 di Parigi 2015.

Nel 2019 verranno in parte realizzate le migliorie previste nella diagnosi energetica redatta a fine 2016: verranno infatti sostituiti i generatori di calore ed i gruppi frigoriferi con nuove tecnologie ad alta efficienza, che permetteranno di ridurre ulteriormente i consumi energetici dovuti alla climatizzazione, uno degli aspetti più energivori della Reggia.

I prossimi obiettivi saranno focalizzati sia sull’analisi specifica delle varie fonti di consumo, sia sulla pianificazione delle azioni utili all’acquisizione dei riconoscimenti e delle certificazioni energetico-ambientali internazionali, a coronamento del lavoro svolto in questi anni e per mantenere nel tempo elevati standard qualitativi.

 

Condividi